Sono tossiche le “Spugnole”???

Wednesday, 26 April 2017 20:25 Written by 
Morchelle Morchelle

Il fatto che anche i funghi commestibili provochino intossicazioni è un fenomeno ormai assodato. Nonostante ciò, è importante considerare l'esiguo numero di casi di intossicazione rispetto al numero dei consumatori. Altrimenti anche i porcini ed i chiodini dovrebbero essere ritenuti tra le specie tossiche.

Negli ultimi anni è stata osservata una specifica sindrome neurologica (definita anche “cerebellare”) da consumo di Morchelle.Tali disturbi sono già noti da molto tempo, ma in passato sono stati interpretati in diverso modo, riconducendoli spesso al consumo di funghi crudi o insufficientemente cotti.
Nonostante sia molto antica la prima descrizione di un caso di sindrome neurologica dopo il consumo di Morchelle (1889), è corretto allora giudicare tossico il genere Morchella??

Nel 2008 in Germania, sei pazienti hanno riportato vertigini e segni di lieve disfunzione cerebellare (atassia= mancanza di equilibrio, tremore), in alcuni casi accompagnati da nausea e vomito.I sintomi si sono sviluppati tra le 6 e le 12 ore dopo l'ingestione di quantità piuttosto elevate di morchelle cotte e fresche.Gli effetti sono diminuiti spontaneamente fino a risolversi completamente nelle 24 ore successive.
Gli studiosi tedeschi non furono in grado di spiegare quanto avvenuto.

Quindi, come possiamo interpretare questi dati???

Gli autori francesi Saviuc et al. nel 2008 pubblicarono un articolo ““Existe-t-il un syndrome neurologique d’intoxication par les morilles?” (tradotto in italiano “Esiste una sindrome neurologica di avvenelamento da Morchelle?”), che venne nuovamente trattato nel 2010 “Can morels induce a toxic neurological syndrome?” e pubblicato sulla rivista Clinical Toxicology, redendo l'argomento di dominio pubblico.

Il loro era uno studio retrospettivo di 30 anni (periodo 1976-2006) circa i casi relativi a morchelle basandosi sui dati raccolti dal centro di tossicologia dell'ospedale di Grenoble (Francia), dai quali risultava che 146 pazienti presentavano solamente la tipica sindrome gastrointestinale (con un insorgenza dei sintomi inferiore alle sei ore).
Invece, 129 pazienti mostrarono manifestazioni neurologiche (intorno alle 12 ore) insieme alla presenza di sintomi gastrointestinali (67%) e altri sintomi neurologici (soprattutto disturbi oculari : 26%; parestesia: 7%; sonnolenza / confusione: 6%; disturbi muscolari 6%).

In alcuni casi, questi disturbi sono stati associati all'assunzione di abbondanti quantità di morchelle apparentemente ben cotte.
Tutti i pazienti recuperarono lo stato di salute entro un paio di giorni, di solito in 24 ore.

L'interpretazione corretta di questi casi dimostrò l'esistenza di una nuova sindrome legata al consumo di grandi quantità di funghi, spesso in pasti consecutivi, appartenenti al genere Morchella.Si tratta di una sindrome caratterizzata da disturbi neurologici quali, tremori, vertigini/senso di ebbrezza, atassia ed instabilità posturale.

Essa si manifesta dopo 10-12 ore e sembrerebbe esser dovuta a delle tossine non ancora identificate, che provocherebbero un effetto specifico sul cervelletto.
I dati epidemiologici raccolti da Saviuc ed i suoi collaboratori, evidenziano però che l’incidenza di questi effetti tossici neurologici è molto bassa: in 30 anni in Francia sono stati segnalati nella letteratura medica e nelle riviste di micologia, solo 129 casi.Inoltre, più della metà di queste intossicazioni si è manifestata dopo il consumo di morchelle ben cotte.

Quindi non sono da attribuire né al cattivo stato di conservazione dei funghi, né all'insufficiente cottura.

La sindrome neurologica da consumo di Morchelle è un fenomeno assai conosciuto per i più esperti raccoglitori, ma non è ancora stato particolarmente divulgato.
Probabilmente gli esigui dati statistici sono dovuti ai rari casi di ricoveri ospedalieri, in quanto la sintomatologia può esser confusa con malesseri di vario tipo, inclusi i sintomi da ubriachezza.


Regola aurea da seguire con tutti i funghi commestibili:
Continua pure a raccogliere a mangiare le Spugnole ma... NON ABBUFFARTI !!!

Bibliografia:

-SAVIUC P., HARRY P., PULCE C., GARNIER R. & COCHET A. (2010) – Can morels (Morchella sp.) induce a toxic neurological syndrome? Clinical Toxicology 48, 365–372.

-SAVIUC P. & HARRY P. (2008) – Existe-t-il un syndrome neurologique d’intoxication par les morilles? Analyse des données des Centres antipoison et de Toxicovigilance 1976-2007.

 

 

Last modified on Tuesday, 09 May 2017 08:08
Read 376 times
Rate this item
(0 votes)
Andrea Macciocchi

Micologo n°2812 "Registro Nazionale dei Micologi"

1 comment

  • Comment Link Marco Monday, 08 May 2017 23:58 posted by Marco

    Articolo molto interessante e ben documentato. Non vedo l'ora di leggere il prossimo analogo sui funghi porcini! :-) Grazie e complimenti.
    Grazie

Login to post comments